16/02/2017.

Arriva un momento in cui ti senti inadatto.

tutto bello, tutto interessante, tutto troppo tutto.

fai una cosa che ti piace e hai paura di perdere anche il piacere.

ci leghiamo, anzi, mi lego a cose futili. un cazzo di like, un commento, un repost.

ma un grande e grandissimo VAFFANCULO a tutto.

potrebbe apparire una cosa stupida detta da uno che sembra che viva sui social.

ed è appunto qui che nasce il tutto.

qual è la verità?

“la realtà è una merda” dice il buon Brunori Sas.

e aggiunge anche che “non finisce qua”.

queste parole mi stanno davvero alimentando la vita.

ultimamente ho solo una gran voglia di evadere.

da tutto.

dal lavoro, dalle foto, dalle persone.

“tutto quello che mi serve adesso è ritrovarmi con me stesso”

continuano ad essere le parole di Brunori.

più le ascolto più voglio cambiare.

ma non lo faccio.

è normale no?

si consiglia sempre a tutti i nostri amici su quali sono le scelte migliori da compiere.

mai una volta ascoltiamo le nostre voci.

anzi, mai le ascolto.

ecco, anche sta cosa di parlare in plurale.

un nervoso dietro l’altro.

quando si parla in plurale non si parla di un soggetto.

comunque si, abbiamo sempre qualche bella parola per tutti i nostri amici.

“sai, dovresti cambiare vita, vai all’estero, li troverai giuro qualcosa di buono”.

e intanto rimani qua a spaccarti i coglioni con la tua vita di merda a fare le stesse cos dall’82.

parlo agli altri parlando a me stesso.

e quando me ne accorgo entro nel buio.

e poi scrivo cazzate.

le cazzate servono.

la musica indie serve.

la leggerezza serve.

vivo ogni cosa in maniera pesante.

“la foto deve avere dei prerequisiti per avere successo”.

“devi scrivere in questo modo per essere letto”.

“devi cantare bene per essere ascoltato”.

a me piace fotografare a cazzo, scrivere stronzate e cantare a squarciagola in macchina e nella doccia.

Vivo in un mondo di paletti.

“non puoi fare questo quando fai quello”

“non puoi fare quello se fai quell’altro”

“non puoi…”

“non ce la farai mai”

che alla fine, cosa vuol dire riuscire in qualcosa?

vuol dire fare quello in cui si crede.

ma credo in quello che voglio fare?

non lo so.

Ogni tanto le persone mi vedono con lo sguardo assente.

è vero. vago spesso con la mente.

e tutti mi chiedono a cosa stia pensando.

beh, sinceramente, svuoto la mente, ho già troppe cose a cui pensare continuamente.

almeno quando posso, non penso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.